Ingrandisci testo Riduci testo Stampa
Scrivi commento Leggi commenti Invia ad un amico

“A” come alcalino o acido?

Gli alimenti alcalini, oltre a contenere sali minerali e vitamine, mantengono in salute il nostro corpo. Ecco alcuni consigli su cosa mangiare e cosa evitare

- 26/07/2017




 

Il nostro corpo preferisce i cibi alcalini a quelli acidi. Prima di arrivare a dire perché e quali benefici possiamo ottenere da questa tipologia di cibi, andiamo a chiarire che cosa si intende per acidità e alcalinità.

 

 

 

 

I cibi acidi e il loro effetto su di noi

I cibi acidi hanno l’effetto di acidificare il sangue e sottrarre all’organismo i sali minerali cosa che, a lungo andare, crea grossi problemi al nostro organismo, mandandolo in acidosi.

I sintomi dell’acidosi sono molto fastidiosi: insonnia, ritenzione idrica, emicrania, difficoltà di deglutire, problemi alle ossa, carie ai denti, bruciore alla bocca, anemia, calcoli renali, problemi alla cistifellea, infezioni, problemi digestivi, demineralizzazione e problematiche legate alla pelle.

E quali sono i cibi acidi e dunque da evitare? Tra quelli più acidificanti ci sono senza dubbio i formaggi a media e alta stagionatura, lo yogurt dolcificato, il burro, il gelato, la panna industriale e l’uovo intero soprattutto se fritto. Per non parlare poi di quelli che possiamo chiamare addirittura “non cibi” tipo i vari snack dolci e salati, le bibite gassate, i succhi di frutta industriali, le caramelle e i dolciumi.

Ad allargare la categoria dei cibi “pericolosi” da questo punto di vista ci sono quelli precotti, i surgelati, i preparati per il microonde e i prodotti da forno, ma anche i superalcolici, il caffè, il tè nero, la birra e il vino. In pratica: gran parte degli alimenti normalmente inseriti nella dieta di un onnivoro.

Gli alimenti alcalini per restare in salute

Riuscire a raggiungere un livello di alcalinità corretto è fondamentale.

Questo perché quando il rapporto tra acido e alcalino si sbilancia a favore del primo, ci troviamo svuotati di energia e iniziamo ad accusare prima piccoli malanni, per poi vedere la situazione aggravarsi fino alla comparsa di patologie importanti.

Il sintomo di malessere dunque è un campanello d’allarme che il nostro corpo fa suonare per farci capire che stiamo commettendo degli errori.

Se infatti è vero che il nostro organismo ha una riserva alcalina alla quale attinge, lo è anche che, continuando a introdurre cibi acidi, questo tesoretto andrà a esaurirsi. Ecco perché preferire cibi alcalini, in modo da riequilibrare il rapporto acido/alcalino e portarlo sempre di più verso la neutralità, verso quel pH basico che è garanzia di star bene.

Diciamo intanto che se un alimento contiene una buona percentuale di microelementi come sodio, potassio, magnesio e calcio, allora possiamo con buona sicurezza dire che il suo pH è basico, proprio perché questi minerali sono alcalini e dunque in grado di riequilibrare il bilancio acido-base dell’organismo. E, indovinate un po’, la maggior parte degli alimenti contenenti questi elementi è di origine vegetale!

Per quanto riguarda la frutta, tra i più alcalizzanti troviamo: l’anguria, i fichi e i datteri secchi, la mela e la pera, l’uva, il kiwi, l’albicocca, la pesca, l’ananas, il melone, il mango, il frutto della passione, il mangostano, le bacche (tranne i mirtilli), i cachi e l’avocado.

Tra la verdura invece, sarebbero da preferire i vegetali a foglia verde, le carote, le zucche, i carciofi, le alghe, le cipolle, l’aglio, il porro, i ravanelli e le crucifere come cavoli, cavolfiori, broccoli, verze e cavoletti.

Un ruolo importante lo giocano poi anche i grassi, ma quelli buoni! Per esempio quelli che ci mettono a disposizione l’olio di oliva e l’olio di semi vari, ma crudi e spremuti a freddo oppure frutta secca e semi oleosi.

Per chiudere un consiglio: se riuscite, cercate di mangiare per almeno il 70-80% della vostra alimentazione cibi crudi. Anche in questo caso infatti, la maggior parte delle sostanze che abbiamo citato, primi tra tutti i sali minerali, andrebbe a perdersi con la cottura e quindi la loro azione alcalinizzante sarebbe molto meno efficace!

 

Il Nuovo Numero di Vivi Consapevole!

 

Ecco come ottenerla:

Macrolibrarsi.itIn Omaggio acquistando su Macrolibrarsi.it, ricevi gratuitamente la rivista per ogni ordine effettuato fino ad esaurimento scorte.

NOVITA! App ViviConsapevoleApp ViviConsapevole, scarica gratuitamente la App per iPad e iPhone! troverai anche tutti i vecchi numeri di ViviConsapevole!

Ebook ViviConsapevoleEbook ViviConsapevole, scarica gratuitamente la versione digitale della rivista per leggerla sul pc, tablet e smarthphone.




Articolo tratto dalla rivista nr. 49


Condividi questo articolo

  • Share this post on Facebook
  • Tweet about this post
  • Share this post on Google
  • Share this post on Delicious


Categorie: Alimentazione e salute

Crudo Style n. 15 - Giugno - Luglio 2017

Prezzo: 4,50€ (invece di 4,50€ )

Crudo Style n. 14 - Aprile - Maggio 2017

Prezzo: 4,50€ (invece di 4,50€ )

Crudo Style n. 13 - Febbraio - Marzo 2017

Prezzo: 4,50€ (invece di 4,50€ )

Crudo Style n. 12 - Dicembre 2016/Gennaio 2017

Prezzo: 4,50€ (invece di 4,50€ )




Crudo Style n. 11 - Ottobre - Novembre 2016

Prezzo: 4,50€ (invece di 4,50€ )

Crudo Style n. 10 - Agosto - Settembre 2016

Prezzo: 4,50€ (invece di 4,50€ )

Crudo Style n. 9 - Giugno - Luglio 2016

Prezzo: 4,50€ (invece di 4,50€ )


Scrivi il tuo commento

Per farlo è necessario eseguire il login. Se invece non sei ancora registrato puoi farlo ora. Login - Registrati