Ingrandisci testo Riduci testo Stampa
Scrivi commento Leggi commenti Invia ad un amico

“Aiutami a fare da solo”

Maria Montessori: perché il suo metodo è ancora attuale e come possiamo metterlo in pratica, anche a casa

La Redazione di Vivi Consapevole




Molti di noi se la ricordano come la signora delle Mille Lire: Maria Montessori, classe 1870 è stata una delle prime donne medico italiane, filosofa, educatrice e scienziata di calibro internazionale, e deve la sua fama al metodo pedagogico che porta il suo nome e che è stato recepito e applicato in tutto il mondo: ne parliamo con Elena Balsamo, pediatra omeopata, specialista in puericultura e studiosa di Maria Montessori.

Quali sono le basi della pedagogia montessoriana?

Se dovessi scegliere alcuni concetti chiave direi che la libertà di scelta, la preparazione di un ambiente ordinato e a misura di bambino e la formazione interiore-spirituale dell’insegnante ne sono i pilastri fondanti e i cardini principali.

Nelle scuole Montessori di ogni ordine e grado – dal nido alle superiori – sono i bambini a scegliere a quale attività dedicarsi in ogni momento della giornata in base ai loro specifici interessi, ma lo fanno all’interno di un ambiente sapientemente predisposto e sotto la guida di un insegnante che è più che altro un saggio mentore, un “rianimatore” come lo chiamava Maria: qualcuno che sa accendere la scintilla dell’entusiasmo e sa risvegliare i poteri che giacciono addormentati nell’animo di ogni bambino.

In cosa si differenzia una scuola montessoriana da un istituto tradizionale?

Lo dice già il nome: la scuola montessoriana si chiama “Casa dei bambini” perché vuole essere un ambiente caldo, accogliente e familiare come una casa, non un luogo istituzionale volto a trasmettere conoscenze.

L’approccio Montessori (Maria non lo ha mai chiamato “metodo”) è completamente diverso da quello tradizionale: in esso i valori primari sono il rispetto massimo del bambino e delle sue scelte, per cui è prevista libertà di movimento (non ci sono banchi in cui stare seduti otto ore al giorno ma i bambini possono lavorare a terra su tappeti e spostarsi dentro e fuori dall’aula); si impara divertendosi, attraverso i sensi, utilizzando anche materiali scientifici predisposti a questo scopo.

Non ci sono voti, né premi e punizioni eppure i bambini sono molto disciplinati perché la loro disciplina viene da dentro e non è imposta dall’esterno.

Ci tengo anche a dire – credo sia importante sottolinearlo – che la scuola Montessori è basata su una visione spirituale e pedagogica molto rigorosa e al suo interno vige l’ordine e non l’anarchia.

Come mai le scuole montessoriane sono diffuse in tutto il mondo, mentre in Italia è una realtà di “nicchia”?

Purtroppo “nessuno è profeta in patria”, come recita un antico detto. Ci sono 22.000 scuole Montessori nel mondo, sparse negli angoli più remoti della terra e qui da noi in Italia solo poco più di un centinaio.

Il messaggio di Maria Montessori è un messaggio scomodo, rivoluzionario e talmente innovativo da far paura, come tutto ciò che è nuovo e diverso.

Il suo approccio, volto a formare individui liberi, dotati di spirito critico, spaventa in quanto non è funzionale al sistema: è molto più comodo crescere piccoli automi ubbidienti che delegano a qualcun altro il potere. La verità è che la libertà, oggi come allora, fa paura.

Inoltre il messaggio della Montessori è talmente grande e spiritualmente elevato che solo pochi sono riusciti a capirlo. Ecco perché il figlio Mario l’ha definita «l’educatrice più incompresa di tutti i tempi».

Come possiamo integrare la pedagogia montessoriana nella vita quotidiana dei nostri bambini a casa?

Ci sono molte possibilità: qui dirò solo che si può cominciare dall’arredo della cameretta dei bambini con un lettino basso (20 cm da terra) che offra ai piccoli la possibilità di coricarsi e alzarsi da soli (il motto del bambino montessoriano è “aiutami a fare da solo!”), per passare agli scaffali alla loro altezza così da avere accesso ai giochi e ai libri da soli, al tavolino a loro misura dove mangiare a partire dai 13-14 mesi.

Poi ci sono tante proposte di gioco-lavoro, dai travasi alle attività “di vita pratica” (simili cioè a quelle domestiche) ma anche di osservazione ed esplorazione a contatto con la natura.

Cosa manca oggi al bambino che ha tutto? Quali consigli ti senti di dare ai genitori?

Ciò che più manca al bambino oggi è la presenza del genitore. Non si tratta tanto di fare delle cose con i bambini ma di esserci per loro. Non per nulla ho intitolato il mio primo libro Sono qui con te: è ciò che più di ogni altra cosa ha bisogno di sentirsi dire un bambino.

Oggi i genitori sono presi da ritmi frenetici, quando non sono al lavoro stanno sempre più spesso davanti a uno schermo e il cellulare è il primo oggetto che anche i piccolissimi imparano a conoscere.

E invece hanno bisogno di braccia che li coccolino ma anche che li portino a contatto con la natura, con la bellezza, fuori da un mondo artificiale in cui essi si sentono estranei e sperduti.

I bambini, ma anche gli adolescenti, hanno bisogno di adulti – genitori, maestri, educatori – che sappiano fare da guida, che sappiano cioè accompagnarli nel viaggio della vita con mano ferma, amorevole e rassicurante, che abbiano fede nella bellezza, che vivano con passione, che offrano loro la speranza che anche l’impossibile può diventare possibile, che tutto si può trasformare.

 

Il Nuovo Numero di Vivi Consapevole!

 

Ecco come ottenerla:

Macrolibrarsi.itIn Omaggio acquistando su Macrolibrarsi.it, ricevi gratuitamente la rivista per ogni ordine effettuato fino ad esaurimento scorte, poi riceverai il pdf.

NOVITA! App ViviConsapevoleApp ViviConsapevole, scarica gratuitamente la App per iPad e iPhone! troverai anche tutti i vecchi numeri di ViviConsapevole!

Ebook ViviConsapevoleEbook ViviConsapevole, scarica gratuitamente la versione digitale della rivista per leggerla sul pc, tablet e smarthphone.




Articolo tratto dalla rivista nr. 50


Condividi questo articolo

  • Share this post on Facebook
  • Tweet about this post
  • Share this post on Google
  • Share this post on Delicious


Categorie: Naturalmente bambini e genitori

La Scuola è Libertà

Prezzo: 12,90€

Sono Qui con Te

Prezzo: 15,30€ (invece di 18,00€ )

Il Metodo Montessori

Prezzo: 12,90€




Montessori per Tutti

Prezzo: 13,50€

70 Giochi e Attività Montessori

Prezzo: 12,75€ (invece di 15,00€ )


Scrivi il tuo commento

Per farlo è necessario eseguire il login. Se invece non sei ancora registrato puoi farlo ora. Login - Registrati