Ingrandisci testo Riduci testo Stampa
Scrivi commento Leggi commenti Invia ad un amico

Artrite: curarla con l'ortica

Valerio Pignatta - 13/01/2009




Infestante, molesta, pizzicante: l’ortica è una pianta che tutti conoscono e che la maggior parte evita. Ma sin dall’antichità sono conosciute le sue proprietà terapeutiche che negli ultimi decenni la scienza è andata confermando. Ricca di vitamine, ferro, flavonoidi e carotenoidi sotto forma di tisana o di succo può essere di grande aiuto in modo naturale.
L’ortica, infatti, nelle sue diverse preparazioni (tintura madre, infuso, succo fresco, estratto oleoso ecc.) è indicata per stati anemici, disturbi collegati a reni e vescica, ipertrofia prostatica, malattie reumatiche, artrite, artrosi e dermatiti.
Indicate sono anche preparazioni a base di ortica con funzione antiparassitaria e fertilizzante per le piante e rimedi per dare vivacità e salute agli animali domestici e della fattoria.

L’ortica per l’artrite?
Nella letteratura scientifica viene riportato uno studio effettuato già diversi anni fa, realizzato con lo scopo di verificare fino a che punto l’ortica sia effettivamente utile nell’artrite acuta. A questo studio hanno preso parte complessivamente 40 pazienti. A 20 di essi è stato somministrato per un periodo di quattordici giorni l’antireumatico Diclofenac, nella posologia di due capsule due volte al giorno per un totale di 200 mg. Ai rimanenti 20 pazienti invece è stata somministrata solo una capsula da 50 mg più 50 mg di purè di ortiche. Dopo il periodo di sperimentazione tutti i pazienti stavano bene allo stesso modo e i valori ematici confermavano i successi dell’utilizzo dell’ortica. Rigidità e dolori delle articolazioni erano inoltre diminuiti. Questa umile pianta aggiunta a piccole dosi di farmaci si rivela dunque efficace quanto una dose elevata degli stessi medicinali. Una semplice riduzione del farmaco non sortirebbe cioè il medesimo effetto. I principi attivi contenuti nell’ortica moltiplicano quindi l’effetto terapeutico del medicinale che può in tal modo essere ridotto.

Patate con ripieno di ortiche e formaggio
Ingredienti per quattro persone
8 patate grosse pelate
1 cucchiaio di burro
1 cipolla finemente tritata
8 manciate di foglie di ortica
4 cucchiai di parmigiano
sale
pepe
1 uovo
1 panino raffermo messo a bagno
3 cucchiai di burro
¼ o ½ litro di brodo vegetale
1 cucchiaio di farina integrale
2 cucchiai di panna acida
1 manciata di foglie di ortica finemente tritate

Preparazione
Tagliate la parte superiore delle patate e svuotatele (la parte interna può servire per delle minestre). Fate scaldare il burro e rosolatevi la cipolla fino a farla diventare trasparente, aggiungete le ortiche e proseguite la cottura.
Aggiungete quindi parmigiano e spezie, poi incorporate l’uovo e il panino strizzato per ottenere un composto omogeneo. Riempite le patate con quest’ultimo e richiudetele, poi disponetele in una casseruola e fatele dorare leggermente nel burro caldo.
Aggiungete brodo vegetale all’occorrenza e cuocete le patate a fuoco lento per 30 minuti circa. Legate la salsa con la farina e salatela. Aggiungete la panna e le foglie di ortica tritate.
Servite la salsa con le patate.

 

Il Nuovo Numero di Vivi Consapevole!

 

Ecco come ottenerla:

Macrolibrarsi.itIn Omaggio acquistando su Macrolibrarsi.it, ricevi gratuitamente la rivista per ogni ordine effettuato fino ad esaurimento scorte, poi riceverai il pdf.

NOVITA! App ViviConsapevoleApp ViviConsapevole, scarica gratuitamente la App per iPad e iPhone! troverai anche tutti i vecchi numeri di ViviConsapevole!

Ebook ViviConsapevoleEbook ViviConsapevole, scarica gratuitamente la versione digitale della rivista per leggerla sul pc, tablet e smarthphone.







Condividi questo articolo

  • Share this post on Facebook
  • Tweet about this post
  • Share this post on Google
  • Share this post on Delicious


Categorie: Alimentazione e salute








Scrivi il tuo commento

Per farlo è necessario eseguire il login. Se invece non sei ancora registrato puoi farlo ora. Login - Registrati