Ingrandisci testo Riduci testo Stampa
Scrivi commento Leggi commenti Invia ad un amico

Curare il corpo con il Metodo Feldenkrais

Piccoli movimenti aiutano a migliorare la postura e a curare molti disturbi mettendo la persona in connessione con l’ambiente

Tina Broccoli - 22/10/2012




Il Metodo Feldenkrais è lo sviluppo di un apprendimento arrestato e si pone come obiettivo guidare la persona a riscoprire il suo corpo per ritrovare il benessere perduto. Questo metodo di auto-educazione prende il nome dal suo ideatore russo Moshé Feldenkrais, che lo ideò negli anni Cinquanta del Novecento, e si basa essenzialmente sul prendere consapevolezza dei propri movimenti e dei propri schemi motori e quindi, attraverso il movimento, di espandere la consapevolezza di sé nell’ambiente. 

È l’uso improprio che ciascuno di noi fa di se stesso che ci allontana dalla percezione sensoriale del nostro corpo e dalle sue capacità, troppo presi dalla corsa frenetica della vita. Già durante l’adolescenza le premature richieste sociali spingono la maggior parte di noi ad assumere atteggiamenti posturali di difesa, che a lungo andare compromettono la stazione eretta, incidendo negativamente su respirazione, muscolatura e sull’atteggiamento comportamentale che potrebbe essere più introverso o estroverso. Ma una cattiva postura ha in realtà radici molto più profonde. 

La postura si sviluppa nell’infanzia 

Un buona postura e un movimento armonico del corpo si sviluppano fin dalla più tenera infanzia e sono strettamente collegati allo sviluppo pedagogico del bambino: se parcheggiato nel box o lasciato nel girello, il bambino non compie un completo sviluppo motorio per la sua evoluzione, selezionato dalla natura per l’essere umano affinché cresca forte e abile nell’affrontare le problematiche dell’esistenza. Molti insegnanti e genitori ignorano, per esempio, che la disabilità linguistica, o “dislessia”, è legata alla “lallazione” che inizia nei primi mesi di vita e incide sullo sviluppo cerebrale della regione temporale. Lo confermano gli studi e le ricerche fatti da Merzenich, neuroscienziato americano. Allo stesso modo, se il bambino non striscia sul pavimento alcuni centri nervosi non maturano e se non gattona significa non c’è una perfetta integrazione tra i due emisferi cerebrali.

La mancanza di questo processo sensoriale avrà delle conseguenze sul processo di apprendimento della lettura e della scrittura e di conseguenza sull’apprendimento cognitivo della persona. 

Anche nell’età adulta è importante mantenere un buon equilibrio psicofisico: con l’avanzare dell’età infatti diminuiscono i riflessi, ma se si mantiene attiva la mente e dinamico il corpo, si sfida la gravità che tende a schiacciarlo e ad accorciarlo. L’uso abituale del computer, per esempio, 

può portare alla fissità dello sguardo, rendendo rigidi i muscoli del collo, delle spalle e della testa dissociandola dal resto del corpo. 

I benefici del Metodo Feldenkrais 

Molto spesso tendiamo a non dare peso ai piccoli doloretti di ossa e corpo. In realtà è il non sapere che ci complica la vita e ci rende impotenti dinanzi ai dolori quando li sentiamo sorgere nel nostro corpo. Quando non ascoltiamo il nostro corpo o non abbiamo una buona percezione corporea, significa che facciamo uno scarso uso di noi stessi e delle potenzialità che possediamo ma in qualsiasi momento le possiamo riutilizzare con un efficace uso corporeo per migliorare la qualità della vita. Se sappiamo, ad esempio, che gli occhi organizzano il movimento del corpo, se prestiamo attenzione alla loro mobilità coordinandoli con la testa sentendone i benefici, possiamo attenuare le difficoltà o i dolori che possono insorgere nell’arco della giornata. Se sappiamo, come sopra citato, che il bambino deve vivere sul pavimento per sviluppare tutte le strutture nervose che la natura ha predisposto stimolando la “lallazione”, lo strisciare e il gattonare, potremo abilmente creare quelle sicurezze che aiuteranno il bambino a risolvere i problemi che incontra nella vita.

Un valido aiuto in questo senso viene dal Metodo Feldenkrais, la cui finalità è informare l’uomo e guidarlo nel ritrovare una postura efficiente e allineata, con l’esplorazione piacevole, facile, armoniosa e gioiosa del corpo che dona all’adolescente sicurezza, all’adulto la gioia di sentirsi vitale, all’anziano la forza di invecchiare serenamente e di percepire un corpo che può condurre a realizzare ancora i desideri. 

Questo metodo viene insegnato meditante due momenti con lezioni individuali (I.F. Integrazione Funzionale) e collettive (C.A.M. Conoscersi Attraverso il Movimento) in perfetta sinergia tra loro. Nelle lezioni individuali sono le mani dell’insegnante che lentamente conducono la persona a lasciare le tensioni, spesso inconsapevoli, che imprigionano il corpo, causando dolore rendendolo rigido e fragile. Nelle lezioni collettive, le parole diventano movimento. La voce dell’insegnante guida la persona a esplorare il proprio corpo, con movimento facili, inusuali, naturali e spesso dimenticati. 

 

 

Il Nuovo Numero di Vivi Consapevole!

 

Ecco come ottenerla:

Macrolibrarsi.itIn Omaggio acquistando su Macrolibrarsi.it, ricevi gratuitamente la rivista per ogni ordine effettuato fino ad esaurimento scorte, poi riceverai il pdf.

NOVITA! App ViviConsapevoleApp ViviConsapevole, scarica gratuitamente la App per iPad e iPhone! troverai anche tutti i vecchi numeri di ViviConsapevole!

Ebook ViviConsapevoleEbook ViviConsapevole, scarica gratuitamente la versione digitale della rivista per leggerla sul pc, tablet e smarthphone.




Articolo tratto dalla rivista nr. 30


Condividi questo articolo

  • Share this post on Facebook
  • Tweet about this post
  • Share this post on Google
  • Share this post on Delicious


Categorie: Alimentazione e salute








Scrivi il tuo commento

Per farlo è necessario eseguire il login. Se invece non sei ancora registrato puoi farlo ora. Login - Registrati