Ingrandisci testo Riduci testo Stampa
Scrivi commento Leggi commenti Invia ad un amico

Curare il diabete in modo naturale è possibile

Nonostante per la medicina allopatica sia una malattia incurabile, sono molte le testimonianze di chi ce l’ha fatta cambiando stile di vita

Romina Rossi - 04/11/2016




In attesa della Giornata nazionale per la cura naturale del diabete abbiamo intervistato Marcello Pamio, esperto di diabete e fra i fondatori dell’associazione “Oltre il Diabete” per chiarire alcune cose sulla malattia che si sta diffondendo sempre di più e sfatare alcuni luoghi comuni.

 
 

Marcello, quali sono le cause che portano al diabete?

Per comprendere le cause che originano il diabete bisogna capire cos’è il diabete. La medicina interventista sta coniando ogni giorno nuove etichette e definizioni per quanto concerne la maggioranza delle malattie, diabete incluso. Fondamentalmente si può affermare che esistono due tipi importanti di diabete: il tipo I (cosiddetto autoimmunitario che interessa circa il 5% dei malati) e il tipo II (che investe la stragrande maggioranza delle persone, 90-95%).

Il diabete di tipo II, rientra nelle cosiddette malattie dismetaboliche ed è causato da uno squilibrio del metabolismo principalmente dei grassi e degli zuccheri. Gli organi maggiormente interessati in questo ambito sono le due più grandi ghiandole endocrine umane: pancreas e fegato.

La causa quindi va investigata in un’alimentazione completamente errata e squilibrata. Il diabete di tipo I invece è caratterizzato dalla distruzione da parte del sistema immunitario delle cellule ß (ma non solo) del pancreas, le cellule adibite alla secrezione dell’ormone insulina. In questo caso l’insulina è di vitale importanza.

Le cause ufficialmente sono ancora sconosciute, e proprio per questo i medici parlano di genetica o di virus. Da che mondo è mondo, quando la medicina non sa dare una seria spiegazione (come nella maggior parte delle malattie), tira in ballo quello che non è visibile all’occhio umano: geni e virus!

Nel diabete di tipo I invece vanno presi in seria considerazione tutti fattori esogeni (farmaci, antibiotici, cortisonici, vaccini, amalgame ecc.), endogeni (candida, parassitosi, disbiosi intestinale ecc.) ed emozionali (traumi, conflitti ecc.) che possono squilibrare gravemente il sistema immunitario portandolo ad attaccare un organo come il pancreas.

La Natura è magica e perfetta, per cui non è pensabile che il sistema immunitario attacchi se stesso. Non è programmato a farlo, per cui se si verifica significa che il sistema da una parte ha perduto la sua centratura e dall’altra non è più modulato dal microbiota umano (probiotici in primis).

I fondamentali batteri probiotici del microbiota umano servono, tra le altre cose proprio a questo: insegnare e modulare il sistema immunitario. Se questi batteri vengono meno per uno dei motivi visti prima, il sistema immunitario potrebbe iniziare a dare segni di squilibrio…

L’alimentazione è una delle principali cause del diabete, eppure sono molto pochi i medici e gli operatori sanitari che educano alla corretta alimentazione o a uno stile di vita più sano. Ci si limita, quando va bene, a dire di mangiare pochi dolci e carboidrati. Possibile che ancora oggi l’alimentazione non venga presa in considerazione?

In medicina tutto è possibile. Se poi teniamo conto che le linee guida dei percorsi accademici, come quelle delle piramidi alimentari, sono redatte dalle industrie del farmaco, tutto diventa più chiaro.

Non deve quindi stupire se l’alimentazione non viene considerata all’università. In circa 10 anni di studio per la laurea di medicina non esiste un solo esame di nutrizione! Casualità, svista imperdonabile o mirabile strategia?

Fino a qualche anno fa sembrava una malattia da anziani, ora sempre più bambini ne soffrono. C’è una relazione c’è fra i vaccini e l’insorgenza del diabete nei bambini?

Sempre più studi clinici indipendenti evidenziano il nesso causale tra vaccini pediatrici e diabete infantile, anche se non è l’unica causa.

Cure farmacologiche come antibiotici, cortisonici ecc. sia in gravidanza che in età pediatrica sono altrettanto rischiose.

Cosa si può fare per prevenire il diabete?

Lo stile di vita è fondamentale, quindi da una parte è necessario alimentarsi in maniera corretta, facendo esattamente il contrario di quello che ci viene detto oggi essere la dieta perfetta, quella mediterranea. Oggi ci si alimenta ma non ci si nutre!

Alimentare significa mettere dentro qualcosa di più o meno commestibile, nutrirsi invece significa apportare i mattoni fondamentali per le cellule e gli organi.

L’alimentazione moderna è basata su grassi saturi di origine animale pregni di antibiotici (da allevamenti intensivi), grassi idrogenati (margarine), cereali raffinati (pregni di chimica mortifera), zucchero bianco, bevande gassate e sostanze nervine. Questa ci sta facendo ammalare e non solo di diabete.

Una corretta nutrizione invece dovrebbe basarsi su una dieta ricchissima di carboidrati e fibra di origine vegetale (frutta e verdura di stagione), legumi freschi, cereali integrali (meglio senza glutine) il tutto da agricoltura biologica, semi oleaginosi e fermentati vari (kefir, verdure latto-fermentate, miso, komcucha ecc.).

La medicina ufficiale tratta il diabete come una malattia incurabile, ma è veramente così?

All’università di medicina si viene indottrinati che il diabete è “una malattia cronico-degenerativa incurabile”. Quindi per un medico, una persona col diabete è un paziente per tutta la sua vita. Ma non è assolutamente così, e sempre più persone lo stanno testimoniando.

Il diabete è sempre curabile, anche dopo anni di insulina-dipendenza o ci sono casi in cui la malattia è solo migliorabile?

Nel caso del diabete di tipo II, se la persona ha la forza e la volontà di cambiare completamente lo stile di vita (alimentazione, pensieri, emozioni ecc.), quello che noi stiamo vedendo con l’associazione “Oltre il Diabete” è un miglioramento iniziale che giunge all’eliminazione di tutti i farmaci, e non solo dell’insulina (un diabetico di norma ha la valigia di farmaci: ipertensione, colesterolo, fluidificante ecc.).

Nel diabete di tipo I, certamente più impegnativo e delicato, quello che si vede fin da subito in tutte le persone è una riduzione drastica dell’insulina, cosa molto importante per l’organismo. Se poi ci si crede fino in fondo c’è la possibilità della guarigione anche in questo ambito.

Ricordi un caso particolare di guarigione dal diabete che ti ha colpito particolarmente?

La guarigione del dottor Kit Tyson, un medico americano che abbiamo portato da Baltimora ad Abano Terme (PD) nel 2013 per il congresso che abbiamo organizzato. Tyson aveva il diabete di tipo I, quindi una malattia autoimmunitaria, che per la medicina è impossibile da guarire. E invece, dopo diversi anni di insulina, alimentandosi per un intero mese di solo cibo crudo è guarito completamente e ora la sua missione è aiutare le altre persone con lo stesso problema.

Che cos’è e cosa si propone di fare l’associazione “Oltre il Diabete”?

L’associazione “Oltre il Diabete” è una semplice organizzazione di tipo socio-culturale formata da persone guarite dal diabete. L’intento è semplicemente quello di testimoniare che una possibile strada alternativa c’è.

Non vendiamo nulla, non spacciamo false speranze, non consigliamo ovviamente la sospensione delle cure, il nostro scopo è solo informativo e divulgativo. Dare l’esempio per noi è importantissimo, perché se una, dieci, cento ce l’hanno fatta significa che è possibile.

 

Il Nuovo Numero di Vivi Consapevole!

 

Ecco come ottenerla:

Macrolibrarsi.itIn Omaggio acquistando su Macrolibrarsi.it, ricevi gratuitamente la rivista per ogni ordine effettuato fino ad esaurimento scorte, poi riceverai il pdf.

NOVITA! App ViviConsapevoleApp ViviConsapevole, scarica gratuitamente la App per iPad e iPhone! troverai anche tutti i vecchi numeri di ViviConsapevole!

Ebook ViviConsapevoleEbook ViviConsapevole, scarica gratuitamente la versione digitale della rivista per leggerla sul pc, tablet e smarthphone.




Articolo tratto dalla rivista nr. 46


Condividi questo articolo

  • Share this post on Facebook
  • Tweet about this post
  • Share this post on Google
  • Share this post on Delicious


Categorie: Alimentazione e salute

The China Study

Editore: Macro Edizioni

Prezzo: 20,00€

Diabete

Editore: 

Prezzo: 10,20€ (invece di 12,00€ )

Curare il Diabete Senza Farmaci

Editore: Sonda Edizioni

Prezzo: 15,30€ (invece di 18,00€ )




Infiammazioni - I Killer Nascosti

Editore: Macro Edizioni

Prezzo: 10,97€ (invece di 12,90€ )

A Tavola con il Diabete

Prezzo: 16,00€

Momordica Charantia

Editore: 

Prezzo: 7,50€




Diabete Mangiare con Gusto

Editore: LSWR

Prezzo: 29,00€








Scrivi il tuo commento

Per farlo è necessario eseguire il login. Se invece non sei ancora registrato puoi farlo ora. Login - Registrati