Ingrandisci testo Riduci testo Stampa
Scrivi commento Leggi commenti Invia ad un amico

Il Thai massage: i benefici di una pratica millenaria

In Oriente esistono due diverse versioni di questo particolare massaggio: entrambe hanno come obiettivo il benessere della persona

L’altra medicina magazine - 07/06/2017




Arriva dalla Thailandia, con differenze tra il nord e il sud del Paese. E con influenze indiane e cinesi. Ne parliamo ampiamente nel nuovo numero de «L’altra medicina magazine »

Quando si parla di massaggi l’immaginario comune rimanda a momenti di relax, oli profumati, incensi, musiche e luci soffuse, il tutto per una coccola che ci si concede di tanto in tanto in un centro benessere.

Nel caso del massaggio thailandese questa immagine viene completamente stravolta per lasciare spazio a uno scenario dove il trattamento viene eseguito per terra su un sottile futon, senza oli o creme, senza necessità di spogliarsi e con operatori che piegano, torcono, allungano il nostro corpo con movimenti tecnici e distaccati e a volte con non poco dolore.

Il massaggio Thai negli ospedali

Eppure, nonostante questa visione forse un po’ fredda, il massaggio thailandese è uno dei massaggi praticati più antichi e benefici esistenti al mondo tanto da portare la monarchia regnante nel Paese a istituzionalizzarlo come trattamento di benessere di base all’interno degli ospedali di tutto il Paese.

Il massaggio thailandese è nato secoli fa dall’incontro tra la digitopressione cinese e lo yoga indiano. Entrambe queste antichissime pratiche sono ben note per le proprietà salutari sull’uomo.

Yoga per pigri

Torsioni, piegamenti, allungamenti sono tutti studiati nel dettaglio e il massaggio thailandese viene definito anche “yoga per pigri” in quanto la sua principale particolarità è quella di portare il ricevente nelle posizioni tipiche dello yoga proprio per migliorare lo stato di salute. Innanzitutto, va detto che i thailandesi in linea generale fanno una distinzione tra il massaggio del sud e quello del nord.

Efficacia in tempi brevi

Al sud, dove la vita è più caotica, le persone necessitano di un trattamento efficace e con benefici importanti in tempi molto brevi ed è questo il motivo per cui la caratteristica è quella di un grande utilizzo della digitopressione che funge da potente sblocco, agendo su specifici punti energetici (quelli di agopuntura) lungo i meridiani del corpo.

Il massaggio Thai del sud per eccellenza è quello della scuola di Wat Po, la scuola del tempio del Buddha reclinato di Bangkok, che ha sede all’esterno delle mura del tempio ma, all’interno delle stesse, i turisti possono rigenerarsi mettendosi nelle mani degli operatori per un massaggio.

Nel tempio principale di Bangkok

Sì, proprio così. All’interno di uno dei templi più importanti della Thailandia ci si può far massaggiare e questo non dovrebbe stupire se si tiene presente, come detto prima, che il massaggio per i thailandesi è pane quotidiano sotto diversi aspetti.

Ogni anno centinaia di persone da tutto il mondo si recano a Wat Po per imparare questo antichissimo massaggio e l’affluenza è talmente alta che le lezioni possono iniziare in qualsiasi giorno della settimana, weekend compreso.

Lo stile del Nord

A nord, dove la vita è più rilassata e meno frenetica, è lo stretching la peculiarità dei trattamenti. Da questa particolare forma di massaggio, si è diffusa l’immagine del massaggio thailandese, appunto per le posizioni strane e complesse in cui il ricevente viene portato dal terapeuta.

Sono quelle proprie dello yoga come, ad esempio, quella del Cobra o della Locusta. Oltre alle asana, moltissime sono le torsioni e molti sono i “crac” che sentiamo provenire dal corpo quando è sottoposto a questi movimenti, ma le nostre paure da occidentali sono subito spazzate via e siamo rassicurati dai sorrisi soddisfatti dei nostri abili operatori.

Un vero sollievo per il corpo

Ovviamente i massaggi thailandesi non sono delle torture come si potrebbe pensare, anzi! Vorrei far capire quanto alcuni dolori fisici durante il trattamento siano recepiti come un forte sollievo dal nostro corpo, spesso trascurato e contratto. Al termine delle sessioni si ha sempre la sensazione di essere addirittura più leggeri e più “lunghi”.

In Thailandia, ancora oggi, i trattamenti principali, quelli più conosciuti e popolari, sono il Tok sen e Guasa. Entrambi di origine cinese, questi trattamenti sono ancora eseguiti in quanto estremamente benefici, economici e praticabili ovunque, anche in Italia.

 

Il Nuovo Numero di Vivi Consapevole!

 

Ecco come ottenerla:

Macrolibrarsi.itIn Omaggio acquistando su Macrolibrarsi.it, ricevi gratuitamente la rivista per ogni ordine effettuato fino ad esaurimento scorte.

NOVITA! App ViviConsapevoleApp ViviConsapevole, scarica gratuitamente la App per iPad e iPhone! troverai anche tutti i vecchi numeri di ViviConsapevole!

Ebook ViviConsapevoleEbook ViviConsapevole, scarica gratuitamente la versione digitale della rivista per leggerla sul pc, tablet e smarthphone.




Articolo tratto dalla rivista nr. 48


Condividi questo articolo

  • Share this post on Facebook
  • Tweet about this post
  • Share this post on Google
  • Share this post on Delicious


Categorie: Crescita Personale

Thai Royal: il Massaggio dei Re

Editore: Macro Edizioni

Prezzo: 9,78€ (invece di 11,50€ )


Scrivi il tuo commento

Per farlo è necessario eseguire il login. Se invece non sei ancora registrato puoi farlo ora. Login - Registrati