Ingrandisci testo Riduci testo Stampa
Scrivi commento Leggi commenti Invia ad un amico

La Natura

Romina Rossi




Ogni volta che posso, scappo a rifugiarmi in mezzo alla natura.

Per anni ho lavorato a tempo pieno in ufficio e di occasioni

per rilassarmi in mezzo al verde ce n’erano davvero poche.

Adesso che invece ho più tempo per me, ho preso a considerare

le passeggiate e le escursioni come una sana abitudine.

Proprio sana è la parola chiave di questa attività: la testa si

svuota dei pensieri inutili, gli indolenzimenti dovuti allo stare

tanto seduta scompaiono, l’umore torna sereno, lo stress se

ne va e l’anima gioisce dei mille regali che la Natura offre a

chi ha la pazienza di guardarla, come una coppia di lepri che

si rincorrono o nuovi e colorati fiori che sbocciano al

sole che diventa sempre più caldo.

Non è solo un passatempo: è prendersi cura della propria

salute. Secondo l’Organizzazione Mondiale della

Sanità la salute è «uno stato di completo benessere fisico,

mentale e sociale e non la semplice assenza dello

stato di malattia o di infermità». Ciò significa che tutto

ciò che ci fa stare bene davvero e in maniera completa

– olistica – contribuisce a fortificare e a migliorare la nostra

salute. E se ne volete la prova, provate a stendervi

su un prato soffice e a riempirvi gli occhi dell’azzurro

del cielo oppure ad abbracciare un albero o, ancora, a

entrare in un bosco con la stessa solennità con cui si

entra in un luogo sacro. Restate lì, in mezzo al verde almeno

mezz’ora, e sarete persone nuove. La Natura ha

il potere di rimetterci in contatto con il nostro bambino

interiore, che dal canto suo ci indica il vero scopo della

nostra vita, il bagaglio essenziale che vale la pena portare

con noi e le “cianfrusaglie” dell’anima che invece è

meglio abbandonare, così da poter viaggiare più leggeri

e con meno impedimenti. La Natura ha, in definitiva,

il potere di risanare le ferite dell’anima, proprio come sa

fare una madre amorevole.

Oggi purtroppo la maggior parte di noi dimentica, per

molteplici motivi, il contatto con la Natura, che si è ridotto

fino ai minimi termini. Secondo alcuni studiosi questa

mancanza, una mutilazione che ci siamo autoinflitti,

causa disagio e anche malattia. Già da qualche anno

l’educatore americano Richard Louv ha coniato il termine

“sindrome da deficit di natura” per indicare tutti quei

sintomi e malattie, come ansia e iperattività, che sorgono

quando non abbiamo più il contatto con la Natura. e

proprio delle conseguenze sull’uomo legate alla perdita

di connessione con l’ambiente naturale si occupa l’Ecopsicologia,

la disciplina nata negli anni Novanta che

sta diventando sempre più importante.

Anche se avete poche occasioni, trovate il modo per lasciar

entrare la Natura nella vostra vita, ritagliatevi un po’ di tempo

per stare a contatto con lei, lasciate che vi rigeneri e vi ricarichi.

Fatelo mentre siete in vacanza, o anche solo il sabato

e la domenica, o almeno una volta a settimana da soli o, ancora

meglio, con i vostri cari e i bambini. Tornate alla Natura,

prendetevi cura della vostra salute!

 

Il Nuovo Numero di Vivi Consapevole!

 

Ecco come ottenerla:

Macrolibrarsi.itIn Omaggio acquistando su Macrolibrarsi.it, ricevi gratuitamente la rivista per ogni ordine effettuato fino ad esaurimento scorte, poi riceverai il pdf.

NOVITA! App ViviConsapevoleApp ViviConsapevole, scarica gratuitamente la App per iPad e iPhone! troverai anche tutti i vecchi numeri di ViviConsapevole!

Ebook ViviConsapevoleEbook ViviConsapevole, scarica gratuitamente la versione digitale della rivista per leggerla sul pc, tablet e smarthphone.







Condividi questo articolo

  • Share this post on Facebook
  • Tweet about this post
  • Share this post on Google
  • Share this post on Delicious


Più Ricette Sane, Meno Ricette Mediche

Editore: Macro Edizioni

Prezzo: 15,81€ (invece di 18,60€ )


Scrivi il tuo commento

Per farlo è necessario eseguire il login. Se invece non sei ancora registrato puoi farlo ora. Login - Registrati