Ingrandisci testo Riduci testo Stampa
Scrivi commento Leggi commenti Invia ad un amico

Malto, il dolce senza peccato

Come scegliere e utilizzare i dolcificanti naturali

Dealma Franceschetti - 22/05/2017




Per dolcificanti naturali si intendono quei dolcificanti che non sono stati raffinati e conservano vitamine, sali minerali, fibre e a volte carboidrati complessi.

La presenza di tutte queste sostanze evita alcuni tipici danni da zucchero raffinato, come la perdita di calcio dalle ossa o l’innalzamento molto rapido della glicemia.

Ma tra i vari dolcificanti naturali che troviamo in commercio ci sono molte differenze: ad esempio, la quantità di saccarosio e di fruttosio dovrebbe essere più bassa possibile, per non affaticare l’organismo, e nel caso particolare del fruttosio, il fegato.

 

 

Malto di riso e d’orzo

Nella cucina macrobiotica si usano dolcificanti non raffinati e poveri di zuccheri, in particolare di saccarosio e di fruttosio.

Tra i vari dolcificanti naturali, il più utilizzato è il malto (di riso o d’orzo) perché è privo di saccarosio, ha pochissimo fruttosio, deriva da un cereale e contiene vitamine, Sali minerali, fibre e carboidrati complessi, che rallentano l’assorbimento del glucosio.

La quota complessiva di zuccheri è piuttosto bassa e si attesta all’incirca sul 50%.

Nella macrobiotica si utilizzano anche i succhi (in particolare quello di mela) e la frutta, sia fresca sia essiccata. Quindi è consigliato dolcificare soprattutto con la frutta, i succhi e il malto. Però nelle occasioni speciali (come la Pasqua in arrivo!), possiamo permetterci di utilizzare un dolcificante più “carico”, ad esempio il Mascobado, come nella ricetta di oggi.

Dolcificanti naturali: non sempre sani

Esistono molti altri dolcificanti cosiddetti “naturali”, ma è bene utilizzarli saltuariamente perché contengono moltissimi zuccheri.

Succo d’agave, sciroppo d’acero, miele, succo di dattero e zucchero di canna integrale hanno moltissimo saccarosio e molto fruttosio. La quota complessiva di zuccheri è sempre molto alta, tra l’80 e il 95%.

Attenzione allo zucchero di canna, perché spesso la dicitura “grezzo” ci inganna, facendoci credere che sia integrale, ma non è così. L’unico zucchero di canna integrale è quello di colore molto scuro conosciuto come Mascobado o Panela.

La stevia, oggi molto di moda, ha un potere dolcificante talmente elevato da “squilibrare” il corpo nella sua gestione del sapore dolce e degli zuccheri.

Un buon dolcificante macrobiotico

Dev’essere integrale in modo da contenere anche vitamine, sali minerali e fibre, devono avere pochi zuccheri e tra i vari zuccheri deve esserci poco saccarosio e poco fruttosio. Se è ottenuto da un cereale, come nel caso del malto, è anche energeticamente meno “yin”, quindi secondo la macrobiotica è meno indebolente.

Dolci da preparare con il malto

Il malto è perfetto per dolci cremosi come budini, creme, mousse. Per i dolci al forno può essere meno indicato perché appesantisce la lievitazione.

In questo caso possiamo usare lo zucchero di canna integrale. Però non prepariamo i dolci al forno troppo spesso, non solo perché utilizziamo lo zucchero integrale, ma anche perché creano tensione e ristagno nel corpo. Meglio le creme e i budini (con il malto o la frutta), dall’effetto più leggero e rilassante.

Muffins all’arancia con ganache al cioccolato

Ingredienti per 10 muffin

  • 250 g di farina tipo 1 o 2
  • 100 g di zucchero Mascobado
  • 50 g di olio di mais
  • 15 g di lievito naturale (3 cucchiaini)
  • la buccia di una arancia
  • 160 g di succo di arancia (2 arance)
  • 90 g di latte vegetale
  • 1 pizzico di sale marino integrale

Per la ganache

  • 200 ml di panna vegetale da cucina
  • 200 g di cioccolato fondente

Prepara subito la ganache mettendo la panna in un pentolino sul fuoco a fiamma bassa. Mentre si scalda rompi il cioccolato a pezzetti. Quando la panna è calda aggiungi il cioccolato e spegni.

Mescola bene finché sarà sciolto. Lascia raffreddare e poi metti in frigorifero. Mentre la ganache raffredda bene in frigorifero, prepara i muffin.

Mescola il succo di arancia e l’olio con lo zucchero, cercando di farlo sciogliere. A parte mescola la farina, il lievito, il sale e la buccia d’arancia.

Unisci i due composti e mescola bene. Aggiungi gradualmente il latte per ottenere una consistenza morbida.

Trasferisci il composto nei pirottini da muffin inseriti nello stampo apposito e inforna a 180° in forno caldo per circa 20-25 minuti. Sforna e lascia raffreddare.

Togli la ganache dal frigorifero e frulla bene con un frullatore ad immersione o una frusta elettrica. Trasferisci in una sacca da pasticcere e decora come preferisci i muffin.

 

Dealma Franceschetti parteciperà al Vivi Benessere 2017. Scopri l'evento!

 

 

Il Nuovo Numero di Vivi Consapevole!

 

Ecco come ottenerla:

Macrolibrarsi.itIn Omaggio acquistando su Macrolibrarsi.it, ricevi gratuitamente la rivista per ogni ordine effettuato fino ad esaurimento scorte, poi riceverai il pdf.

NOVITA! App ViviConsapevoleApp ViviConsapevole, scarica gratuitamente la App per iPad e iPhone! troverai anche tutti i vecchi numeri di ViviConsapevole!

Ebook ViviConsapevoleEbook ViviConsapevole, scarica gratuitamente la versione digitale della rivista per leggerla sul pc, tablet e smarthphone.




Articolo tratto dalla rivista nr. 48


Condividi questo articolo

  • Share this post on Facebook
  • Tweet about this post
  • Share this post on Google
  • Share this post on Delicious


Categorie: Alimentazione e salute

L'Apprendista Macrobiotico

Editore: Macro Edizioni

Prezzo: 8,33€ (invece di 9,80€ )

Malto di Riso Bio

Prezzo: 3,97€




Malto di Mais Bio

Prezzo: 3,49€ (invece di 3,75€ )

Malto di Orzo Bio

Prezzo: 3,39€ (invece di 3,65€ )

Orzo Malt - Malto d'Orzo

Prezzo: 4,03€





Scrivi il tuo commento

Per farlo è necessario eseguire il login. Se invece non sei ancora registrato puoi farlo ora. Login - Registrati