Ingrandisci testo Riduci testo Stampa
Scrivi commento Leggi commenti Invia ad un amico

Il massaggio infatile

Mille benefici anche per i genitori e per l'instaurarsi del legame con il bambino: intervista a Elena Dal Prà

La Redazione - 26/10/2011




Si parla sempre dei benefici del massaggio infantile per i bimbi, ma ci sono benefici anche per i genitori?
Il massaggio aiuta l’instaurarsi di un buon legame di attaccamento fra il genitore e il bambino, poichè contribuisce a predisporre un substrato chimico di ormoni benefici che favorisce l’innamoramento reciproco.
Il genitore aumenta il suo senso di autoefficaccia, si sente più competente nei gesti di cura, più sicuro delle sue capacità genitoriali. Inoltre, dal momento che il corso si svolge in gruppo, si instaura solitamente un buon affiatamento tra i genitori (tanto che spesso le amicizie continuano anche dopo la fine del corso) che si sentono liberi di confrontarsi sui vari temi legati alla genitorialità, condividendo timori, incertezze e scambiando consigli  e pratiche.
In particolare il massaggio infantile potrebbe, secondo uno studio condotto presso il Queen Charlotte’s and Chelsea Hospital di Edinburgo, aiutare le madri che soffrono di depressione post partum. Secondo questa ricerca le madri sofferenti di tale depressione che frequentavano il corso di massaggio, avrebbero, rispetto al gruppo di controllo trattato con una terapia farmacologica, non solo migliorato il loro umore ma anche stabilito un legame più sicuro con il bambino. È noto infatti che le madri depresse, per via dell’innata imitazione del bambino del comportamento materno, trasmettano comportamenti “depressi” anche al loro piccolo, che rischia di mostrarsi imprevedibile, eccesivamente chiuso e irritabile. Questi comportamenti difficili si insediano nella natura del piccolo e tendono a rimanere, attivi o latenti, almeno fino ai 18 mesi, rischiando di creare problemi legati ai normali processi di apprendimento e di crescita. Per questo motivo i corsi di massaggio potrebbero essere proposti come terapia standard nei casi di comprovata depressione post natale.
 
Che cos’è il bonding e in che modo il massaggio lo favorisce?
Il bonding può essere descritto come una serie di comportamenti della mamma e del bambino che favoriscono la reciproca conoscenza e facilitano la creazione di un legame affettivo. Oltre a riconoscersi attraverso la vista, l'olfatto, il contatto pelle a pelle, il sapore, il tono della voce, il bambino e la madre instaurano un’unione, una sorta di imprinting emotivo che fa sì che entrambi trovino difficile la separazione l'uno dall'altra. In termini evoluzionistici, la ragione di questo processo è facilmente intuibile: tanto più l’unione tra madre e bambino sarà forte e stabile, tanto maggiori saranno le probabilità di sopravvivenza del bambino stesso. Se il cucciolo d’uomo lontano dalla madre piangerà per segnalare il pericolo di questa lontananza, lei risponderà prontamente e istintivamente al pianto del suo bambino per sfamarlo, tenerlo al caldo, proteggerlo.
Negli animali il processo di bonding dura pochi istanti dopo la nascita (si tratta del processo di imprinting così ben descritto da Konrad Lorenz nel suo “L’anello di re Salomone” in cui l’ochetta Martina segue gli stivali rossi dello studioso come se fossero la madre), nell'essere umano invece il percorso è più lento e può durare mesi o anni, o, qualcuno dice, anche tutta la vita nel senso che tutti i nostri legami affettivi ricalcano la nostra prima fondamentale unione, quella con la madre.
Il massaggio aiuta il bonding poichè è un approccio tra madre e bambino che passa attraverso i sensi: la pelle, e quindi il tatto, innanziutto.  Il tatto viene da sempre considerato, tra i 5 sensi, quello principale e non solo perchè è il primo a formarsi nell’utero materno, ma anche perchè è il senso della reciprocità per eccellenza. Non si può toccare senza essere a nostra volta toccati.
Il contatto pelle a pelle favorisce la secrezione dei famosi ormoni rilassanti, tra cui, come detto sopra, endorfine e ossitocina, e aiuta a regolarizzare la presenza del cortisolo, l’ormone dello stress. Questa perfusione di ormoni, quasi un cocktail chimico dell’amore, crea un substrato ottimale, fisico ed emotivo, per facilitare la comunicazione tra mamma e bambino e la creazione di un legame che ha inizio subito dopo la nascita e continuerà per molto tempo ancora.
Nel massaggio al bambino sono presenti molti degli elementi che favoriscono il bonding: mamma (o papà) e bambino si toccano e stanno uniti pelle a pelle, si scambiano sguardi, perchè il massaggio viene fatto guardando il bambino negli occhi, si scambiano parole (la madre) e gorgheggi (il bambino), si riconoscono dall’odore (ed è per questo che nel massaggio al neonato vengono generalmente sconsigliati gli olii profumati).

Perché il massaggio viene consigliato come rimedio per le coliche?
Durante le coliche del lattante c’è probabilmente - perchè in realtà nessuno ha mai dato una spiegazione scientifica di questo disturbo - una sorta di crisi di astinenza da endorfine, per cui il bimbo, se durante il giorno è rimasto lontano dal corpo materno per svariati motivi - ultimo ma non ultimo il ricorso ad oggetti che lo tengono a distanza vedi sdraiette, passeggini, culle - a fine giornata manifesta il suo disagio - dovuto alla carenza di contatto - piangendo e irrigidendo le gambine. In pratica è come se il bambino avesse scaricato le pile. Dal momento che l’apparato gastrointestinale è il nostro secondo cervello (esistono infatti ben 90 neuroni in questa zona) ecco che il disagio del nostro bambino si manifesta con il classico mal di pancia. Ma pensiamoci, non siamo forse anche noi adulti ad avere la gastrite o la colite nei momenti di particolare stanchezza, stress, disagio? Il malessere del bambino viene esternato quindi in questo modo. D’altra parte sappiamo bene da dove viene il nostro neonato: egli ha da poco abbandonato “il migliore dei mondi possibili”, non doveva chiamare per essere nutrito, era naturalmente cullato al momento di prendere sonno, era al sicuro da rumori forti e dalle intemperie del clima, aveva una temperatura ideale, non aveva nè caldo nè freddo, aveva dei confini ben precisi e non temeva di sentire il vuoto intorno a sè: era nel caldo utero materno. Ora invece si trova nel mondo esterno fatti di luci e rumori forti, in cui sente i crampi allo stomaco per la fame, deve piangere a squarciagola quando la madre si allontana, avrebbe quindi tutte le ragioni per avere il mal di pancia a fine giornata!
Il massaggio al bambino può aiutare a gestire momenti difficili dovuti alle prime coliche poichè presuppone una vicinanza tra madre e bambino: la madre tocca il bambino pelle a pelle, stimolando il rilascio di endorfine e di ossitocina e abbassando il cortisolo. Ripetendo 2-3 volte la sequenza di massaggi sul pancino per circa 15 giorni, il bambino non potrà che trarne beneficio.

Il massaggio è solo per i neonati o anche per bambini più grandi? Fino a che età possiamo praticare il massaggio sui nostri bambini?
Sabato scorso una mamma mi ha chiesto una conferma “È vero che possiamo massaggiare il nostro bambino fino all’università?” Ma certo! Battute a parte, il massaggio fa sempre bene, dona benessere anche a noi adulti, figuriamoci ai bambini, di tutte le età ovviamente. Anzi più crescono e superano la fase dello stare in braccio più avranno bisogno di un massaggio, magari prima di dormire dopo che abbiamo trascorso tutta la giornata al lavoro lontano da loro, o mentre gli leggiamo un libro, o quando avranno l’influenza, insomma il massaggio è una delle poche cose gratuite che i nostri figli apprezzeranno sempre!
Un massaggio vale più di mille parole, anche considerando che i bambini usano le sensazioni tattili in misura maggiore di quanto usino la vista e l’udito per ricevere informazioni relative al mondo che li circonda. Il contatto corporeo è solo una delle molte possibili espressioni della tenerezza, e tuttavia è quella che lascia l’impressione più profonda rispetto ad una parola gentile o ad uno sguardo tenero.

Perché hai deciso di diventare insegnante di massaggio infantile? Cosa ti da questa esperienza?
Quando sono diventata mamma per la prima volta desideravo tantissimo massaggiare la mia bambina, ma non c’erano corsi nella zona in cui abitavo, per cui mi ero informata leggendo libri e osservando le foto. La mia bimba apprezzava moltissimo il massaggio fin da piccolissima. Anche adesso che ha 6 anni si addormenta mentre io la massaggio, magari anche solo con delle carezze. È quindi per me di vitale importanza dare la possibilità anche agli altri genitori di massaggiare i loro bambini, trasmettere loro quanto sia importante avere questa competenza, semplice, tanto quanto efficace.
Essere insegnante mi dà ora la possibilità di incontrare tanti genitori, di continuare ad aggiornarmi leggendo libri o partecipando a convegni. È una cosa a cui ora come ora non rinuncerei.

Abbiamo intervistato Elena Dal Prà
Elena Dal Prà è pedagogista e insegnante di massaggio infantile; approfondisce tematiche legate alla crescita dei bambini e in particolare alle questioni educative e ambientali relative allo svezzamento da pannolino. È autrice del libro Via il pannolino! Come dare l’addio al pannolino in una prospettiva educativa etica ed ecologica edito nel 2011 dalla casa Editrice il Leone Verde, collana “Il Bambinonaturale”.
Svolge attività di consulenza per enti pubblici e associazioni per il sostegno della donna, madre e lavoratrice. Scrive per il web aggiornando siti dedicati alla genitorialità: in particolare per genitorimagazine.it si occupa della rubrica Stile Naturale, mentre nel sito bambinonaturale.it aggiorna periodicamente la rubrica Togliere il pannolino. È ideatrice e curatrice del sito personale www.bobbe.it dedicato al massaggio infantile.
Abita in provincia di Udine ed è felicemente madre di due bambine.

 

 

Il Nuovo Numero di Vivi Consapevole!

 

Ecco come ottenerla:

Macrolibrarsi.itIn Omaggio acquistando su Macrolibrarsi.it, ricevi gratuitamente la rivista per ogni ordine effettuato fino ad esaurimento scorte, poi riceverai il pdf.

NOVITA! App ViviConsapevoleApp ViviConsapevole, scarica gratuitamente la App per iPad e iPhone! troverai anche tutti i vecchi numeri di ViviConsapevole!

Ebook ViviConsapevoleEbook ViviConsapevole, scarica gratuitamente la versione digitale della rivista per leggerla sul pc, tablet e smarthphone.







Condividi questo articolo

  • Share this post on Facebook
  • Tweet about this post
  • Share this post on Google
  • Share this post on Delicious


Categorie: Naturalmente bambini e genitori

Via Il Pannolino!

Editore: Il Leone Verde

Prezzo: 15,00€

Il Massaggio Infantile

Editore: L'Età dell'Acquario Edizioni

Prezzo: 13,60€ (invece di 16,00€ )

Massaggio al Bambino, Messaggio d'Amore

Editore: Bonomi Edizioni

Prezzo: 12,67€ (invece di 14,90€ )

Il Mio Bambino non mi Dorme

Editore: Bonomi Edizioni

Prezzo: 13,52€ (invece di 15,90€ )




Io mi Svezzo da Solo

Editore: Bonomi Edizioni

Prezzo: 14,90€

Nove mesi naturalmente

Editore: Bonomi Edizioni

Prezzo: 11,35€


Scrivi il tuo commento

Per farlo è necessario eseguire il login. Se invece non sei ancora registrato puoi farlo ora. Login - Registrati