Ingrandisci testo Riduci testo Stampa
Scrivi commento Leggi commenti Invia ad un amico

Reintegrazione Epidermica al sole

Come esaltare le naturali funzioni epidermiche durante l’esposizione solare evitando inutili inestetismi

La Redazione per Mary Rose - 06/06/2016




Non siamo delle lucertole. La moda solare che imperversa nella nostra cultura, purtroppo, ci ha fatto dimenticare la razionalità. Il sole è davvero benefico in quanto aiuta il nostro corpo a produrre la vitamina D, la proteina anti-cancro P53 e la serotonina, ma solo se preso nelle giuste dosi. Non essendo animali a sangue freddo, dobbiamo ricordarci che, per noi, una lunga esposizione solare può diventare dannosa. Consigliamo quindi di esporsi al sole nelle ore più fresche, evitando quelle centrali e di farlo nel modo giusto. Vediamo quale.

La perossidazione lipidica

Un’equilibrata esposizione solare nelle ore fresche svolge un’azione benefica all’organismo, è opportuno però prendere alcune importanti precauzioni per evitare spiacevoli conseguenze. La cute, infatti, possiede una componente lipidica suscettibile alla perossidazione – che è responsabile dei radicali liberi che causano l’invecchiamento precoce – durante l’esposizione solare ediventa quindi fondamentale reintegrare questa importante componente, sia durante che dopo l’esposizione solare, oltre che con l’integrazione di acidi grassi essenziali nell’alimentazione, anche con l’utilizzo topico, per mezzo di un cosmetico formulato a tal proposito.

Nonostante ormai tutti sappiano che un’adeguata assunzione alimentare e topica di acidi grassi essenziali rivesta grande importanza per il mantenimento di una pelle elastica e giovanile, purtroppo molto spesso tale reintegrazione viene trascurata. Gli acidi grassi essenziali polinsaturi (linoleico e ?-linolenico) sono indispensabili per l’organismo per il mantenimento dell’omeostasi cutanea in quanto nella cute svolgono un’importante funzione di barriera che impedisce la disidratazione transdermica, prevenendo inoltre possibili alterazioni a danno dell’intera epidermide. In caso di grave e prolungata carenza, inoltre, è possibile che si verifichino marcate alterazioni, come macchie, eritemi, pelle anelastica, disidratata e secca.

La reintegrazione epidermica


La reintegrazione epidermica durante e dopo l’esposizione solare riveste un ruolo fondamentale, permette un’abbronzatura omogenea aiutando a prevenire il rilassamento cutaneo e impedisce la manifestazione dei fastidiosi inestetismi di fine stagione.

Un reintegratore epidermico è sebo-compatibile e si utilizza sia durante che dopo l’esposizione solare. È inoltre ideale il suo utilizzo quotidiano durante le ore di luce o per iniziare a preparare la pelle al sole. Non contiene filtri chimici ed è arricchito con Fior di linfa®, vitamine pure, acidi grassi essenziali (Acido Linoleico e Linolenico) e oli vegetali quali, in particolare, l’olio extravergine d’oliva, di mandorle e di ricino.

Questi ultimi aiutano il mantenimento dell’omeostasi cutanea, svolgendo un’importante funzione di barriera, che favorisce l’idratazione cutanea e aiuta a contrastare la perossidazione lipidica durante l’esposizione solare. Un reintegratore epidermico contiene inoltre la vitamina E (tocoferolo). È stato infatti osservato che, dopo l’esposizione ai raggi UV per 30 minuti, il tasso in ?-tocoferolo della cute si riduce di oltre il 50%. Diventa quindi fondamentale la reintegrazione di vitamina E anche in forma topica.

Una funzione altrettanto importante del reintegratore epidermico è svolta dallo squalene che, oltre all’attività protettiva antiossidante, agisce sulla cute come filtro dei raggi UV. Lo squalene è infatti presente in natura nel sebo cutaneo, dove rappresenta circa il 12% della sua composizione e agisce inibendo la perossidazione lipidica indotta dagli UVA. La luteina invece, assieme agli altri antiossidanti, favorisce il mantenimento dello stato di salute, la densità e lo spessore del tessuto cutaneo.

Tutte queste importanti funzioni ci aiutano a comprendere l’importantissimo ruolo che riveste un reintegratore epidermico durante e dopo l’esposizione solare. Questa nuova categoria di cosmetici si inserisce perfettamente all’interno delle abitudini corrette da tenere sia durante che dopo l’esposizione solare. Le giuste ore di luce, lontano dalle ore centrali, permettono di esaltare le naturali funzioni epidermiche evitando inutili inestetismi causati da un’esposizione eccessiva.

 

Il Nuovo Numero di Vivi Consapevole!

 

Ecco come ottenerla:

Macrolibrarsi.itIn Omaggio acquistando su Macrolibrarsi.it, ricevi gratuitamente la rivista per ogni ordine effettuato fino ad esaurimento scorte, poi riceverai il pdf.

NOVITA! App ViviConsapevoleApp ViviConsapevole, scarica gratuitamente la App per iPad e iPhone! troverai anche tutti i vecchi numeri di ViviConsapevole!

Ebook ViviConsapevoleEbook ViviConsapevole, scarica gratuitamente la versione digitale della rivista per leggerla sul pc, tablet e smarthphone.




Articolo tratto dalla rivista nr. 45


Condividi questo articolo

  • Share this post on Facebook
  • Tweet about this post
  • Share this post on Google
  • Share this post on Delicious


Categorie: Autoproduzione e Riciclaggio creativo





Scrivi il tuo commento

Per farlo è necessario eseguire il login. Se invece non sei ancora registrato puoi farlo ora. Login - Registrati