Ingrandisci testo Riduci testo Stampa
Scrivi commento Leggi commenti Invia ad un amico

L’orto e i diritti naturali dei bambini

Alla scoperta degli orti didattici

La Redazione di Vivi Consapevole




Gianfranco Zavalloni, maestro elementare e pedagogo sognava una scuola che fosse creativa, aperta all’ecologia, alle lingue locali, alla multiculturalità.

Nel suo decalogo dei diritti naturali dei bambini annoverava il diritto a sporcarsi, a mettere le mani nella sabbia e nella terra, a giocare con l’erba, le foglie, l’acqua, i sassi e quello all’uso delle mani, per piantare chiodi, segare, scartavetrare, plasmare la creta, accedere un fuoco.

Zavalloni è stato tra i primi in Italia a parlare di ecologia nelle scuole e di orti didattici, nella convinzione che l’apprendimento passi anche dalle mani, che la scuola si debba fare soprattutto fuori dalle aule.

 

 

 

 

Orti in condotta

Sono oltre 500 gli orti scolastici messi i piedi da Slow Food in tutta Italia dal 2004 ad oggi.

Il primo School Garden di Slow Food è nato a metà degli anni Novanta a Berkeley (California) pensato e coltivato da Alice Waters, vice-presidente Slow Food Internazionale: da allora il progetto “Orti in condotta“ si è espanso in tutto il mondo diventando il principale strumento attraverso cui Slow Food porta avanti progetti di educazione alimentare e ambientale nelle scuole.

“Orti in condotta“ coinvolge non solo gli studenti e gli insegnanti, ma si lega alla comunità cercando la collaborazione dei genitori, dei nonni orticoltori e dei produttori locali, con lo scopo di trasmettere alle giovani generazioni i fondamentali saperi legati alla produzione del cibo e alla tutela dell’ambiente.

Gli “Orti in condotta“ di Slow Food sono coltivati in maniera biologica o biodinamica, le varietà coltivate devono essere quelle tipiche del territorio regionale; è vietata la coltivazione di prodotti geneticamente modificati; devono essere privilegiati i prodotti che possono essere raccolti e consumati durante l’anno scolastico; l’uso dell’acqua deve avere un ruolo didattico: deve essere spiegata agli studenti l’importanza di una gestione oculata della risorsa.

L’Orto delle Meraviglie

A Lucca e provincia, ma non solo, Emilio Bertoncini, agronomo di professione, ha scelto di svolgere la sua attività in maniera del tutto particolare, dedicandosi alla promozione dell’agricoltura nelle scuole con il progetto Ortiscolastici.it, un’esperienza che Emilio porta avanti con successo dal 2008. Dai vari progetti curati sono nati un corso e un libro (L’Orto delle Meraviglie, MdS Edizioni).

Tra i progetti più significativi: l’orto della scuola di Nave, gli orti delle scuole di Pietrasanta, l’orto del Giardino della Lumaca.

Gli orti didattici di via Siderno a Milano

Nati all’inizio degli anni Duemila grazie alla tenacia di un gruppo di irriducibili volontari che a colpi di zappa hanno reso coltivabile e produttivo un mezzo ettaro di prato, oggi gli Orti di via Siderno sono una risorsa importante per le persone con disabilità e per chiunque voglia ritrovare un angolo di campagna in città.

Gli Orti sono, dal 2006, anche un punto di riferimento per le scuole materne ed elementari del territorio per le quali sono stati ideati percorsi educativi ad hoc che hanno il merito di unire la conoscenza del ciclo delle stagioni e della natura alla possibilità per i bambini di entrare in contatto con persone disabili, favorendo percorsi di integrazione e socialità.

Le “materie” dell’orto didattico

L’orticoltura implica la trasmissione di nozioni:

  • biologia;
  • chimica;
  • matematica;
  • fisica;
  • italiano (si impara un linguaggio specialistico e termini di uso non comune);
  • geografia (dove vengono coltivate le piante) e storia.

Orti di Pace

Tornare alla terra, non come fuga dalla civiltà urbana ma come momento educativo fondamentale: per i nostri figli e quindi per noi stessi. Una “cittadinanza” che venga dalla “contadinanza”.

Non è più un sogno, ma una rete di esperienze, tra le quali si contano anche gli “Orti in condotta” di Slow Food, un programma di formazione per insegnanti e genitori.

 

Il Nuovo Numero di Vivi Consapevole!

 

Ecco come ottenerla:

Macrolibrarsi.itIn Omaggio acquistando su Macrolibrarsi.it, ricevi gratuitamente la rivista per ogni ordine effettuato fino ad esaurimento scorte, poi riceverai il pdf.

NOVITA! App ViviConsapevoleApp ViviConsapevole, scarica gratuitamente la App per iPad e iPhone! troverai anche tutti i vecchi numeri di ViviConsapevole!

Ebook ViviConsapevoleEbook ViviConsapevole, scarica gratuitamente la versione digitale della rivista per leggerla sul pc, tablet e smarthphone.




Articolo tratto dalla rivista nr. 50


Condividi questo articolo

  • Share this post on Facebook
  • Tweet about this post
  • Share this post on Google
  • Share this post on Delicious


Categorie: Ecologia e Localismo,Ambiente

L'Orto dei Bimbi

Editore: Terra Nuova Edizioni

Prezzo: 12,35€ (invece di 13,00€ )


Scrivi il tuo commento

Per farlo è necessario eseguire il login. Se invece non sei ancora registrato puoi farlo ora. Login - Registrati