Ingrandisci testo Riduci testo Stampa
Scrivi commento Leggi commenti Invia ad un amico

La psoriasi e le terapie naturali

Curarla con l’alimentazione, gli oli ad uso esterno, l’omotossicologia e l’omeopatia

Valerio Pignatta - 04/06/2013




La psoriasi è una malattia della pelle che si manifesta con papule e placche eritematose molto ben delimitate ricoperte di pelle squamosa.

La gravità del fenomeno può variare da pochi punti di desquamazione di tipo forforoso a lesioni su tutto il corpo, con desquamazione che provoca sanguinamento. A volte è presente il prurito e, in circa la metà dei casi, oltre a essere colpite zone più comuni come il cuoio capelluto, i gomiti, le ginocchia o la schiena ne sono interessate anche le unghie.

Per chi è affetto da questa malattia la quotidianità diventa difficile da vivere serenamente. 

 La psoriasi, nelle sue varie forme (tra cui l’artrite psoriasica con interessamento delle articolazioni), è una delle malattie più antiche dell’umanità, assume andamento cronico, tende a diffondersi su varie parti del corpo, ma non è trasmissibile.

 La pelle

Ci protegge dalle influenze esterne, svolge un ruolo importante nel sistema immunitario, nella regolazione termica e ha anche altre numerose funzioni.

Essa normalmente si rigenera ogni ventotto giorni. Nel caso della psoriasi essa cerca invece di rinnovarsi ogni tre o quattro giorni. Il derma quindi produce nuove cellule a un ritmo allarmante; queste migrano in superficie come dovrebbero, ma non sono ancora completamente formate per tutte le loro funzioni, mentre quelle vecchie non si sono ancora staccate del tutto.

L’area di superficie allora si arrossa e s’infiamma sollevandosi e diventando squamosa. 

Le cause 

Per la medicina ufficiale le cause della genesi di questa patologia non sono ancora note, sebbene siano stati riscontrati legami con una presenza eccessiva di lipidi nel sangue (la cui diminuzione porta a miglioramenti).

Ci sono tuttavia degli studi che hanno iniziato a mettere in correlazione la psoriasi con la condizione del tratto digerente e intestinale e che considerano la manifestazione cutanea solo come la punta dell’iceberg di una disfunzione a livello di assimilazione dei cibi.

Secondo alcuni medici, infatti, il tutto partirebbe da un assottigliamento delle pareti intestinali che, contestualmente, aumentano di porosità. Quando ciò accade, le sostanze tossiche che dovrebbero essere eliminate dall’organismo filtrano invece nel sistema linfatico e invadono il flusso sanguigno. Fegato e reni cercano quindi di purificare il sangue eliminando queste tossine.

Man mano che il tempo passa, però, l’accumulo di elementi tossici diventa inevitabile e quando fegato e reni non riescono più a compiere la maggior parte del lavoro entra in moto la pelle, l’altro sistema di purificazione che abbiamo. L’aiuto al fegato in sovraccarico comporta l’eliminazione di tossine attraverso la pelle, sotto forma della malattia epidermica conosciuta come psoriasi. 

Secondo questa teoria, il tutto partirebbe da un cattivo funzionamento dell’impermeabilità intestinale il cui indebolimento potrebbe essere dovuto a motivi come scarsa eliminazione, vertebre non allineate, alimentazione non appropriata, scarsa idratazione dell’organismo, emozioni negative, fattori ereditari. 

La dieta e altre cure naturali 

Rispetto a quest’eziologia, utilizzando una dieta adatta a ripristinare le normali funzioni intestinali e il rafforzamento delle sue pareti si ottengono buoni risultati nell’attenuazione e talvolta guarigione della malattia. Normalmente si ritiene che una dieta che consista, in proporzione, di un 80% di cibi alcalini e di un 20% di cibi acidi sarebbe ottimale. 

Altre cure naturali che vengono utilizzate e che hanno dimostrato una certa efficacia sono le supplementazioni di vitamina D in dosi abbastanza consistenti. La vitamina D infatti è quella vitamina che sintetizziamo dall’esposizione alla luce solare, luce cui l’uomo moderno si espone sempre meno dato che conduce la maggior parte della sua vita e attività in ambienti chiusi. Sembra comprovato che una dose maggiore di vitamina D nell’organismo giovi contro la malattia psoriasica. 

Un altro aiuto può venire anche dall’uso di oli vegetali in applicazione esterna come l’olio di semi di ribes nero, l’olio di rosa mosqueta del Cile e altri. 

Una terapia enzimatica sarebbe del pari utilissima in questi casi. Gli enzimi sono sostanze vitali (proteine) che fanno da starter per diverse funzioni nell’organismo (biocatalizzatori). Se ne conoscono attualmente circa 3000 tipi diversi e insieme a vitamine e minerali sono in grado di far ripartire un metabolismo interrotto o di riparare altre disfunzioni organiche. 

I prodotti in commercio sono solitamente la combinazione di diversi enzimi vegetali (come ad esempio il Regazym plus). Gli enzimi andrebbero assunti anche per due-tre mesi prima di vedere dei risultati. Del resto, ci si può aiutare assumendo enzimi con l’alimentazione, per esempio con cibi come la papaia e l’ananas che ne sono ricchi. 

Da ultimo, come terapie naturali, possiamo segnalare i noti accorgimenti della fitoterapia e dell’omotossicologia. Ad esempio, secondo il dottor Vincenzo Valesi, una crema a base di Hydrocotyle asiatica o centella asiatica può contribuire ad attenuare l’arrossamento doloroso prodotto dalle esquamazioni della psoriasi. In alternativa si possono usare compresse (cioè garze) preparate con infuso di centella in forma di tintura madre, 10 gocce per 3 volte al giorno.

Il Thalamus compositum, che nella sua composizione contiene AMP ciclico la cui diminuzione è correlata a un’insufficiente capacità delle cellule di differenziarsi e maturare (1 fiala sublinguale a giorni alterni) è, sempre secondo Valesi, un ottimo supporto interno. Infine nel suo libro I rimedi naturali del medico di famiglia, Valesi sostiene (tra i molti altri rimedi consigliati) la necessità di sostenere l’organismo con importanti rimedi immunologici e farmaci favorenti la funzione del fegato e cioè Lycopodium compositum (1 fiala a giorni alterni), oppure Bio H complex (20 gocce al giorno).

Psoriasi e psiche 

Un discorso a parte che va comunque fatto nella psoriasi è quello psicosomatico. Questa è infatti una delle poche malattie per cui anche la medicina ufficiale riconosce una forte componente di tipo psicoemotivo e stressorio.

Se non vogliamo scomodare e approfondire le nuove teorie di R.G. Hamer, secondo le quali la psoriasi è una forma speciale di dermatite in cui si sovrappongono nelle stesse aree del corpo due conflitti di separazione che non si trovano sincronizzati nel tempo (uno può trovarsi in fase attiva di conflitto – desquamazione della pelle – e l’altro nella fase di soluzione – arrossamento della pelle), possiamo però chiarire la situazione dello psoriasico dal punto di vista psicologico. 

La pelle è l’organo attraverso il quale noi abbiamo relazioni con gli altri e con il mondo esterno. L’ispessimento della pelle che avviene nello psoriasico psoriasico sembra essere la creazione di una barriera di protezione isolante: secondo questa visione si tratta della paura di stabilire relazioni che potrebbero poi interrompersi provocando dolore e sofferenza a livello emotivo. 

Secondo la medicina tradizionale cinese la psoriasi è invece una reazione correlata alla rabbia e quindi al fegato (questo corrisponderebbe a livello fisiologico con la visione legata alla carenza di funzionalità intestinale di cui abbiamo detto).

Sta al paziente iniziare un percorso di approfondimento degli aspetti interiori e risalire la china della guarigione e della riappacificazione con se stesso. 

 

Il Nuovo Numero di Vivi Consapevole!

 

Ecco come ottenerla:

Macrolibrarsi.itIn Omaggio acquistando su Macrolibrarsi.it, ricevi gratuitamente la rivista per ogni ordine effettuato fino ad esaurimento scorte, poi riceverai il pdf.

NOVITA! App ViviConsapevoleApp ViviConsapevole, scarica gratuitamente la App per iPad e iPhone! troverai anche tutti i vecchi numeri di ViviConsapevole!

Ebook ViviConsapevoleEbook ViviConsapevole, scarica gratuitamente la versione digitale della rivista per leggerla sul pc, tablet e smarthphone.




Articolo tratto dalla rivista nr. 33


Condividi questo articolo

  • Share this post on Facebook
  • Tweet about this post
  • Share this post on Google
  • Share this post on Delicious


Categorie: Critica al Sistema Sanitario

Guarire la psoriasi

Editore: Macro Edizioni

Prezzo: 10,25€ (invece di 20,50€ )

La Psoriasi: un Male Antico

Editore: Fratelli Frilli Editori

Prezzo: 17,58€ (invece di 18,50€ )


Scrivi il tuo commento

Per farlo è necessario eseguire il login. Se invece non sei ancora registrato puoi farlo ora. Login - Registrati